Emissione atti di accertamento per ricognizione del diritto di proprietà per occupazione appropriativa e/o usurpativa

Qualora l’ente utilizzi un bene immobile per scopi di interesse pubblico, modificato in assenza del valido ed efficace provvedimento di esproprio o dichiarativo della pubblica utilità, può disporre che esso sia acquisito al suo patrimonio indisponibile e che al proprietario sia corrisposto un indennizzo.

Contenuto inserito il 29/03/2018 aggiornato al 23/04/2020

Informazioni

Nome della tabella
Riferimenti normativi
  • Art. 42-bis D.P.R. 327/2001
  • Responsabile del procedimento Maria Cristina Ascolani
    Telefono: +39 0 733 901 298
    E-mail: mariacristina.ascolani@comune.tolentino.mc.it
    Chi contattare Servizi Amministrativi
    Indirizzo: Galleria Europa, 8
    Soggetto competente all'adozione del provvedimento finale Maria Cristina Ascolani
    Modalità per reperire informazioni per gli interessati E' possibile contattare direttamente il responsabile ai recapiti indicati
    Termine procedimentale e ogni altro termine procedimentale rilevante 60 giorni
    Dichiarazione sostitutiva NO
    Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dalla notificazione del decreto di esproprio, in alternativa ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni
    Documenti da presentare
  • Il procedimento non contempla modulistica a disposizione
  • Titolare del potere sostitutivo in caso d'inerzia Paolo Cristiano
    Telefono: +39 0733 90 11
    Fax: +39 0733 901 360
    E-mail: paolo.cristiano@comune.tolentino.mc.it
    PEC: comune.tolentino.mc@legalmail.it

    torna all'inizio del contenuto
    torna all'inizio del contenuto
    Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità