Ricerca partenariato pubblico privato per la conservazione e fruizione dell’immobile ex licei a Tolentino

Il Comune di Tolentino intende attivare la forma di collaborazione con i privati al fine di selezionare un progetto gestionale ed economico presentato da associazioni di natura sociale, imprese e operatori economici, in coerenza con la linea di intervento PNC sisma sopra indicata e con gli obiettivi indicati nel presente avviso.

Il  Comune di Tolentino ritiene che il bene pubblico denominato “EX LICEI” ex sede dell’IIS F. Filelfo (nello specifico sede del Liceo Scientifico) sito in pieno centro storico, in P.zza dell’Unità, possa essere oggetto di valorizzazione ai fini della migliore conservazione/fruizione anche attraverso una o più iniziative di natura sociale ed economica orientate allo sviluppo sostenibile del territorio.

Del resto il Commissario Straordinario per la ricostruzione prevede iniziative ammissibili «Sviluppo di attività economiche, anche in forma cooperativa o attraverso la riqualificazione e rifunzionalizzazione di edifici e spazi pubblici e infrastrutture, per l’erogazione di servizi di fruizione del patrimonio ambientale, culturale e turistico (e.g. impianti, percorsi turistici, cammini storico-culturali, ambientali ed enogastronomici, ciclovie, piattaforme, reti, sistemi e asset per ecosistemi informatici-digitali, etc.).  Costituzione di hub creativi e di centri di servizio alle imprese, spazi attrezzati di coworking, incubatori destinati alle imprese creative, turistiche, sportive, sociali e culturali realizzate. Realizzazione di una piattaforma innovativa per l’aggregazione e la gestione dell’offerta delle destinazioni turistiche e dei servizi di accoglienza e informazione, per l’analisi della domanda e dell’offerta culturale e turistica del territorio a disposizione delle imprese, degli enti locali e del Terzo settore per iniziative di marketing e promozione territoriale. Realizzazione di iniziative permanenti, quali mostre, festival, gallerie immersive ed altre installazioni finalizzate ad attrarre risorse ed interesse turistico, con l’utilizzo di tecnologie avanzate, digitali e strumenti innovativi (visualizzazione immersiva, realtà aumentata etc). Realizzazione di centri servizi territoriali a favore degli operatori e dei turisti attraverso il sistema degli hot-spot. In particolare, gli hot-spot forniranno servizi, supporto tecnologico, assistenza, consulenza, informazione, coperture assicurative, gestione delle prenotazioni, formazione, strumenti di gestione delle emergenze a tutti gli operatori del territorio ed ai turisti. Sostegno agli investimenti per la digitalizzazione del patrimonio artistico, culturale ed ambientale. Costituzione di hub educativi/creativi ad uso sociale e civico».

Quindi si rende noto che le associazioni di carattere sociale, le imprese, anche in forma cooperativa, gli operatori economici possono presentare un “Progetto di valorizzazione” del bene pubblico indicato coerente con le finalità sopra richiamate e meglio specificate nella delibera.

Il “Progetto di valorizzazione” del bene pubblico dovrà contenere, a pena di inammissibilità, i seguenti elementi essenziali:

una relazione esplicativa degli obiettivi che si intendono conseguire in coerenza con le previsioni della linea di intervento B2.2 del PNC sisma e del presente avviso, di massimo 10 cartelle formato standard, con eventuali documenti anche fotografici;

la descrizione della personalità del soggetto proponente, e dell’organizzazione e dei mezzi finanziari dedicati al “Progetto di valorizzazione”;

la descrizione dei vantaggi economico-sociali del progetto proposto per il territorio ai fini occupazionali e della attrattività;

un’idonea garanzia della stabilità del “Progetto di valorizzazione” e della durata per un arco temporale non inferiore a cinque anni;

la dimostrazione del possesso dei requisiti di legalità e moralità previsti dal Codice antimafia ai fini della contrattazione pubblica e dall’art. 80 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50;

l’indicazione dell’eventuale contributo economico da parte del soggetto privato per la realizzazione degli obiettivi previsti dal “Progetto di valorizzazione”.

Il Comune di Tolentino, attraverso il presente avviso pubblico, intende selezionare il progetto più idoneo e coerente con le finalità illustrate ai fini della concessione al privato della disponibilità del bene per un tempo non inferiore a sei anni, ed eventualmente anche per un tempo maggiore, in relazione alla quantità e alla qualità dei servizi proposti nel “Progetto di valorizzazione”, del contributo economico offerto, delle relative garanzie.

Ogni “Progetto di valorizzazione” dovrà essere presentato, a pena di irricevibilità, entro e non oltre il termine delle ore 12 del giorno 07/09/2022 al seguente indirizzo p.e.c.: comune.tolentino.mc@legalmail.it.

L’amministrazione comunale procederà alla valutazione dei progetti presentati, con piena discrezionalità in relazione alla valutazione dell’affidabilità e alla coerenza di essi con gli obiettivi indicati, sulla base dei seguenti criteri, elencati in ordine di importanza: impatto occupazionale, economico e sociale dell’intervento progettuale; validità della proposta dal punto di vista culturale, naturalistico e sociale; coerenza con gli obiettivi della misura e corrispondenza con le caratteristiche del territorio; sostenibilità economico-gestionale del progetto, validità delle scelte organizzative e garanzie per il mantenimento nel tempo dell’iniziativa (minimo 5 anni); capacità di coinvolgimento del territorio anche in relazione alle caratteristiche della collaborazione prescelta.

La Delibera di Giunta Comunale n. 227 del 28.07.2022, relativa al presente Avviso, di cui è parte integrante, è consultabile sul sito internet istituzionale: www.comune.tolentino.mc.it.

 

Contenuto inserito il 09/08/2022

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità