L’ultima avventura romantica

Giovedì 3 dicembre, alle ore 18,00 si inaugura la mostra L’ultima avventura romantica, poetica ed eredità futuriste, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tolentino in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata e con il patrocinio di Ministero Beni Culturali, Regione Marche, Provincia di Macerata. La mostra a cura di Paola Ballesi è stata allestita nel prestigioso Palazzo Parisani Bezzi e rimarrà aperta sino al prossimo febbraio 2010. L’iniziativa ruota attorno al consistente e pregevole nucleo di opere futuriste della collezione del Museo Palazzo Ricci selezionate allo scopo di ripercorrere la lunga stagione futurista che proprio nel territorio maceratese ha dato frutti significativi a partire dall’affermazione dell’estetica meccanica degli anni Venti. Il percorso espositivo, che conta circa 60 capolavori ed è articolato in quattro sezioni, si apre con le premesse estetiche e stilistiche del movimento sottolineate da opere di Rosso, Boccioni e Severini, precorritrici dell’avanguardia futurista. La seconda sezione entra nel vivo della poetica futurista sulle ali del dinamismo e della simultaneità con le ricerche più mature di Balla e il rigore formale di Soffici fino alla stagione della “ricostruzione futurista dell’universo”, dei “complessi plastici” e dell’astrazione meccanica letti attraverso le opere di Depero, Pannaggi e dell’ultimo Severini L’aeropittura, proposta nelle declinazioni dei maggiori interpreti, quali Prampolini, Dottori, Sironi, Di Bosso, Tato, Tano, Peschi e Tulli, che risente di entusiasmi e disillusioni maturati in bilico tra la cruda realtà della guerra e il desiderio di pace, è il tema della terza sezione dove è testimoniato anche il consistente contributo degli artisti che nel 1932 hanno dato vita a Macerata all’attivissimo “Gruppo Boccioni”. La quarta sezione prende in considerazione la cospicua eredità futurista del secondo dopoguerra con l’affermazione delle poetiche astratte e informali che trovano esemplare espressione nelle opere di Afro, Cagli, Dorazio, Burri, Fontana, Vedova, Pomodoro, Mastroianni, Mannucci, Mirko e Reggiani. Chiude l’esposizione un video inedito a cura di Stefano Lucinato e Roberto Cresti che documenta con una suggestiva ricostruzione di raro materiale fotografico i molteplici intrecci tra arte e vita nell’opera di Ivo Pannaggi. A corredo della mostra è stato pubblicato un catalogo con testi di Paola Ballesi, Roberto Cresti ed Elisa Mori.

Allegati

Visualizza il file allegato [DOC - 136 KB - Ultima modifica: 03/12/2009]

Contenuto inserito il 03/12/2009

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità