“International Open Data Day 2014”: le Marche nel segno di Unicam

Sono passati ormai cinque giorni dalla conclusione della seconda edizione dell’Open Data Day, che anche quest’anno ha visto l’Università di Camerino organizzare l’unico evento marchigiano sul tema presso, che si è svolto presso le strutture messe a disposizione del Comune di Tolentino, vero Comune Open delle Marche (fonte: dati.gov.it). Nel corso della presente edizione il Gruppo di ricerca Unicam Open Data, composto da Maria Concetta De Vivo, Carlo Vaccari, Pietro Tapanelli, Barbara Re e Francesco Ciclosi, ha scelto di finalizzare l’evento secondo un taglio maggiormente divulgativo e, quindi, tale da coinvolgere gli studenti frequentanti gli ultimi anni degli istituti di istruzione superiore. Questa scelta ha comportato grandi modifiche organizzativo-logistiche, rispetto all’odd del 2013 nel corso del quale i vari attori pubblici e privati (università, comuni, province, regione, camere di commercio, istituti bancari, grandi aziende, associazioni di cittadini) si erano riuniti in un’unica location con la finalità di conoscersi e di mescolarsi dando il via a nuove sinergie poi sfociate anche in progetti di valenza nazionale. Il nuovo target scolastico selezionato per l’odd 2014, ha posto il gruppo “Unicam Open Data” di fronte a due problematiche differenti: la prima legata alla tipologia del linguaggio e degli esempi da utilizzare per affascinare i ragazzi, incuriosendoli e spingendoli nell’approfondimento della materia; la seconda legata alla difficoltà di raggiungere i vari plessi scolastici del territorio marchigiano, che a causa della frammentazione tipica dei nostri piccoli borghi, sono distanti tra loro nel tempo e nello spazio. Tutto ciò ci ha spinto all’utilizzo di un piglio prettamente divulgativo ed alla trasmissione in diretta streaming attraverso il servizio Google Hanghout On Air al fine di consentire a più plessi scolastici di partecipare all’evento anche non essendo fisicamente presente presso la sede scelta.
La giornata è stata aperta dal Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, il quale ha evidenziato l’importanza che la diffusione della cultura degli Open Data può rivestire per le nuove generazioni e per la crescita del benessere diffuso del nostro paese. Successivamente la parola è stata presa dal Prof. Flavio Corradini, Magnifico Rettore dell’Università di Camerino, il quale, tra l’altro, si è soffermato sugli aspetti legati all’indissolubile ed irrinunciabile legame tra informatica e giurisprudenza che si presenta sempre allorquando si trattano questi aspetti, sottolineando anche le opportunità legate all’emergere di nuove figure professionali capaci di coniugare i due ambiti.
Si sono quindi articolate varie sessioni tecniche, articolate in 3 macroaree, che hanno visto l’avvicendamento di relatori dell’Università di Camerino, del Comune di Tolentino e di esponenti di spicco del mondo dell’associazionismo di settore.
Nell’ambito della prima area Francesco Ciclosi, del Gruppo di ricerca Unicam Open Data, ha illustrato tecnicamente sia quali sono gli elementi fondanti e caratterizzanti dei dati aperti, sia in quali scenari è possibile, nonché auspicabile un loro utilizzo. Quindi Gian Paolo Gentili, dell’Università di Camerino, ha incentrato la sua relazione nell’analisi della presenza di Open Data nelle Marche, anche sottolineando la presenza di alcune proposte di legge depositate in Consiglio Regionale, a seguito di un’iniziativa dell’Associazione Democrazia Digitale, ed ivi giacenti da circa 14 mesi. Il ciclo d’interventi si è concluso con la seconda relazione di Francesco Ciclosi che ha ricostruito la storia evolutiva che dall’idea originaria di Tim Barners Lee, ha consentito di pervenire all’adozione degli Open Data anche in Italia, con lo straordinario contributo in materia fornito dal Governo dell’allora Presidente Mario Monti.
Nell’ambito della seconda area, Maurizio Felicioni, Responsabile CED del Comune di Tolentino, ha rappresentato l’esperienza del suo Comune evidenziando come questi (fonte dati.gov.it) si configuri come l’unico vero comune marchigiano Open Data rappresentando da solo circa il 50% di tutti i dati aperti delle Marche. Parimenti ha illustrato i nuovi dataset di Open Data geo-referenziati che il Comune ha rilasciato, il 21/2/2014 in occasione dell’Open Data Day, in formato KML+Shape e relativi a: contrade; stradario; edifici; edifici pubblici; sezioni censuarie; sezioni elettorali; aree coperte dal servizio Fidoka WIFI pubblico; piano acustico.
Il ciclo si è concluso con l’intervento congiunto di Francesco Ciclosi e di Gian Paolo Gentili (entrambi dell’Università di Camerino) che hanno illustrato cinque utilizzi pratici degli Open Data, illustrando una serie di App già disponibili sul sito dati.gov.it e che consentono ai cittadini di:
accedere ad una serie di informazioni semplicemente fotografando un codice QR con il proprio smartphone; far sentire la propria voce alle istituzioni, segnalando disservizi e formulando proposte dal proprio smarthone; visitare virtualmente luoghi e città grazie alla modellazione 3D; scoprire le iniziative della propria città a 360° dai locali notturni alle sale dei musei, passando per le sagre di paese; muoversi liberamente ed a basso costo grazie ai servizi di Car Sharing.
Nell’ambito dell’ultima area è intervenuto Dominique Thual, dell’Associazione “Fanula e Guardia” di Castelraimondo, ha illustrato come l’apertura dei dati da parte delle pubbliche amministrazioni sia una forte risorsa per lo sviluppo di forme di cittadinanza attiva nell’ambito della rete del volontariato.
Successivamente è intervenuto Marco Scaloni dell’Associazione OpenPolis che ha illustrato i benefici di cui potrà usufruire il cittadino del Comune di Senigallia, grazie all’implementazione del nuovo portale OpenMunicipio.
L’evento è quindi stato concluso da Chiara Scolastica Mosciatti, Portavoce dell’Associazione Democrazia Digitale, che in videoconferenza da Amsterdam, ha illustrato il progetto per l’implementazione del CANTA (Centro di Accesso Nazionale alla Trasparenza Amministrativa), ovvero di un unico contenitore nazionale OnLine dove esporre qualsiasi informazione proveniente dalla Pubblica Amministrazione e relativa alla Trasparenza.
Tutti gli atti e le registrazioni video dell’Open Data Day 2014 sono reperibili sul sito web dell’Associazione Democrazia Digitale: http://www.democraziadigitale.eu/open-data-day/open-data-day-marche-2014/.

Contenuto inserito il 07/03/2014

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità