Inaugurazione del Centro Residenziale “Dopo di Noi”

Sono stati ultimati i lavori strutturali dei locali presso ex monastero Santa Teresa adibiti a ospitare un centro residenziale denominato “Dopo di Noi”. Il centro ospiterà soggetti con disabilità e privi di un supporto familiare adeguato. Gli attuali utenti del CentroArancia avranno priorità nell’eventuale fruizione di questo nuovo servizio.

Il Comune di Tolentino è stato l’unico della Provincia di Macerata ad essere autorizzato dalla Regione Marche alla realizzazione di tale struttura che prevede otto posti letto e che andrà ad integrare gli spazi adiacenti del centro diurno, già funzionante da anni, con grandi apprezzamenti.

La struttura realizzata va ad arricchire una realtà piena di “risorse”, di molteplici servizi per cittadini con varie tipologie di difficoltà. E’ bene sottolineare che per l’Amministrazione comunale è motivo di orgoglio tutta la realtà dell’ex monastero Santa Teresa che risponde ai bisogni di chi si trova in difficoltà, erogando diversi servizi e che comprende il Centro Belli, il CentroArancia, il Centro Sociale Anziani e ora anche il Centro Dopo di Noi e quindi sia per unicità nel territorio essendo nel suo genere unico a livello provinciale sia per la sua posizione strategica nel cuore del centro storico.

La realizzazione dei lavori è stata possibile grazie al contributo della sig.ra Gianna Piera Silvetti, dell’Associazione “Senza Confini” e finanziata anche con fondi del bilancio comunale.

Qusta è l’ennesima dimostrazione che il “gioco di squadra” è sempre vincente.

Inaugurazione ufficiale del nuovo centro residenziale “Dopo di Noi” sabato 11 ottobre. Alle ore 10 taglio del nastro e saluti delle Autorità a seguire alle ore 10.30 Santa messa. Alle ore 17 saluto e benedizione del Vescovo di Macerata e Tolentino SE Mons. Nazzareno Marconi.

Contenuto inserito il 09/10/2014

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità