In pagamento il CAS di luglio e agosto. Nuove disposizioni per lo sportello dedicato per la presentazione della domanda per l’ottenimento del CAS

Il Sindaco Mauro Sclavi e la Giunta comunale comunicano che tra il 15 e il 22 settembre 2022, il Comune di Tolentino provvederà al pagamento del contributo per l’autonoma sistemazione – CAS relativo ai mesi di luglio e agosto 2022.

Si precisa che dalla data di emissione dei pagamenti si dovrà tenere conto dei tempi applicati dai propri istituti bancari per l’accredito dei bonifici.

Inoltre si ricorda agli aventi diritto del Cas di comunicare agli uffici preposti ogni variazione del nucleo familiare, qualsiasi spostamento della nuova sistemazione e l’eventuale riacquisto dell’agibilità della propria abitazione di residenza oppure l’eventuale variazione del proprio iban del conto corrente.

Attenzione: i titolari di conti Ubi Banca, oggi Banca Intesa, se ancora non lo hanno fatto sono invitati a fornire il nuovo iban di Banca Intesa al Servizio Ragioneria alla seguente mail: susanna.neroni@comune.tolentino.mc.it

Inoltre si comunica a tutti gli interessati che percepiscono il CAS il contributo per l’autonoma sistemazione che l’Amministrazione comunale di Tolentino ha deciso, in considerazione delle nuove disposizioni che prevedono il posticipo della data ultima per la presentazione delle domande, fissata per il prossimo 15 ottobre 2022, di riportare presso la sede municipale in piazzale Europa, all’Ufficio Servizi Sociali. lo sportello dedicato che è a disposizione di tutti i cittadini.

In pratica coloro che devono presentare la domanda per continuare a percepire il CAS potranno recarsi, a partire da lunedì 19 settembre 2022  presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Tolentino (ubicato al primo piano della nuova sede a Palazzo Europa, ingresso ex liceo scientifico e non più a Palazzo Sangallo) dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13 e il martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 18.00, muniti della documentazione presentata lo scorso anno, dello Spid oppure della carta d’identità elettronica per presentare e formalizzare con l’aiuto delle impiegate, la nuova domanda.

Si ricorda che devono presentare l’istanza anche coloro che hanno avuto assegnato un appartamento in sostituzione delle SAE.

Per poter accedere agli uffici bisogna prenotare un appuntamento telefonando al numero 0733.901680.

Prosegue il nostro impegno a fianco di tutte quelle famiglie che hanno perso la propria casa a seguito del sisma. Come già ampiamente dimostrato nelle scorse settimane, in considerazione delle difficoltà e soprattutto delle preoccupazioni di tanti cittadini che sono chiamati a presentare una nuova domanda per avere il CAS o comunque l’appartamento in sostituzione delle SAE –sottolinea l’assessore Flavia Giombetti – vogliamo razionalizzare il servizio dello sportello dedicato che la nostra Amministrazione comunale aveva fortemente voluto. Per cui a seguito dello spostamento del termine ultimo per la presentazione della domanda, posticipato al prossimo 15 ottobre 2022, ritorniamo da lunedì 19 settembre a fornire lo stesso servizio presso la sede abituale di Palazzo Europa, all’Ufficio Servizi Sociali. Resta indispensabile l’obbligo di prenotare un appuntamento per poter usufruire del servizio.

 

Si ricorda che è attiva all’indirizzo internet https://appsem.invitalia.it, la piattaforma telematica attraverso la quale i residenti dei comuni del cratere sisma 2016 percettori dei benefici di assistenza, come il CAS o le SAE, dovranno dichiarare il possesso dei requisiti per continuare ad usufruirne. La dichiarazione dovrà essere presentata entro il prossimo 15 ottobre 2022.

I benefici dell’assistenza sono garantiti ai residenti che hanno ancora la casa inagibile, e che sono comunque nei termini per presentare la richiesta di contributo per la ricostruzione. Tale termine è stato fissato al 15 ottobre 2022 per i residenti che beneficiano di CAS e SAE e che non abbiano impedimenti oggettivi alla presentazione della richiesta di contributo.

Il termine per la presentazione della richiesta di contributo sisma, per tutti gli altri cittadini che posseggono immobili resi inagibili dal sisma, resta per il momento fissata al 31 dicembre 2022.

La mancata presentazione della richiesta del contributo di ricostruzione entro il 15 ottobre 2022 comporta, per i residenti che non hanno impedimenti oggettivi, la sospensione automatica del Cas, del rimborso dei canoni di locazione per chi si trova in immobili comunali o pubblici e la cessazione temporanea della gratuità di Sae, Mapre e strutture equivalenti, fino a che non venga presentata la domanda di ricostruzione.

Contenuto inserito il 14/09/2022

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità