Il Sindaco e l’Amministrazione comunale sono contrarie all’inceneritore

Sulla vicenda dell’inceneritore è il caso di dire che si sta rimescolando nel “fango”. Con trasparenza abbiamo coinvolto tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio comunale, l’istituzione più importante a livello cittadino e composta da partiti e forze politiche elette dai cittadini, per affermare con forza la nostra contrarietà alla realizzazione di questo impianto di incenerimento di fanghi. Sono tanti i motivi ostativi che ci vedono contrari a questa azienda che andrà a svolgere un’attività nociva. Infatti noi vogliamo garantire il diritto alla salute di tutta la Comunità e vogliamo assolutamente evitare, come fatto in passato,  l’arrivo nelle nostre zone industriali di aziende insalubri e quindi potenzialmente dannose per l’ambiente.

Continueremo a lavorare su più fronti con tutte le istituzioni, Provincia di Macerata in primis, per rappresentare tutte le nostre motivazioni,  affinché questa vicenda venga chiusa definitivamente con un parere contrario da parte degli organi competenti.

Vale la pena sottolineare che basterebbe leggere i documenti da noi presentati per accorgersi che già nella prima nota inviata dal Comune in occasione della prima istanza presentata dalla ditta, si invitava la Provincia a richiedere alla stessa impresa di produrre un elaborato ricognitivo  sullo stato di fatto verificatosi a seguito degli eventi sismici del 2016, riportante gli ambiti destinati alla residenza e le strutture sensibili quali ad esempio le strutture scolastiche.

Del resto la Provincia, come tutti sanno, è l’ente proprietario degli edifici scolastici che ospitano le scuole superiori.

Inoltre c’è la Delibera del Consiglio provinciale dove le forze politiche esprimono la piena contrarietà alla realizzazione degli impianti di incenerimento.

Nei nostri documenti abbiamo indicato anche altri importanti motivi che sostengono pienamente la nostra avversità a questa particolare tipologia di attività industriale e nel nostro Regolamento comunale, in tempi non sospetti, abbiamo inserito il divieto assoluto all’insediamento di nuovi impianti insalubri sul nostro territorio.

Ribadiamo la piena disponibilità al dialogo ed a intraprendere azioni comuni con comitati, forze politiche, associazioni ambientaliste e singoli cittadini che vogliano interagire in maniera costruttiva, seria e democratica.

Contemporaneamente rimaniamo basiti sulle affermazioni della segreteria del PD tolentinate che ci accusa, come altri, di aver dimenticato di indicare la vicinanza delle scuole alla zona dove dovrebbe sorgere questa nuova impresa. Viene da chiedersi, ma i loro Consiglieri, che hanno votato favorevolmente con apprezzabile partecipazione i documenti da noi redatti e presentati, perché non hanno evidenziato subito quella che secondo loro è una nostra grave dimenticanza? Allora anche loro sono inadeguati? Come tutte le altre forze politiche consiliari? Si è fortemente dimostrato invece che, con molta attenzione , abbiamo fatto quello che tutti ritenevamo assolutamente necessario per osteggiare l’apertura dell’attività di incenerimento.

Forse basterebbe non farsi incantare dalle note stonate di chi si sta dimostrando essere solo ed esclusivamente un personaggio in cerca di collocazione  e nuova verginità politica, mai utile alla risoluzione delle problematiche della città e invece campione del mondo di selfie in occasione dell’arrivo di personalità politiche o di spettacoli.

Noi non stiamo rovinando la Città, noi facciamo scelte ben precise e volte ad accrescere la qualità della vita dei nostri concittadini. Tante opere pubbliche come in questi ultimi anni non erano mai state realizzate e il PD sa bene quanto immobilismo ci sia stato durante i loro anni di Governo cittadino. Hanno dimezzato i voti, perso le elezioni e quella che era considerata una segreteria modello e laboratorio, anche a livello nazionale, si sta dimostrando oggi essere un partito in preda a crisi di nervi e di identità, pronto anche a sconfessare se stesso e i suoi Consiglieri, come già evidenziato.

Noi continuiamo a lavorare, come facciamo ogni giorno, forti del mandato dei nostri elettori, mettendoci professionalità, passione e cuore e sempre lucidi nella visone del quadro insieme, volto alla crescita della Città stessa.

Sia noi che la Provincia non abbiamo mai abbassato la guardia su questi particolari temi e in piena sintonia continueremo a collaborare per intraprendere tutte le iniziative necessarie per scongiurare l’apertura di impianti e attività insalubri di qualsiasi genere.

 

Giuseppe Pezzanesi  Sindaco di Tolentino e l’Amministrazione comunale

Contenuto inserito il 05/08/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità