Biennale dell’Umorismo, cresce l’attesa per la proclamazione dei vincitori della 31esima edizione della Biennale dell’Umorismo nell’arte. Oltre 300 artisti partecipanti da 40 Paesi al mondo. Due le sezioni per le tre migliori opere sul tema dell’Invidia e per il primo classificato della sezione caricatura. Alle 18 taglio del nastro

Dopo l’anteprima, al Politeama, la manifestazione tolentinate entra nel vivo con il primo evento serale e il taglio del nastro della galleria di opere selezionate per il concorso. BIumor si è aperta alla presenza di oltre 100 studenti che hanno partecipato attenti e coinvolti alle lectiones del sociologo Alberto Pellegrino e del filosofo Alessandro Alfieri che hanno saputo declinare il tema dell’invidia (tema scelto per questa 31esima Biennale) dal punto di vista letterario e musicale tenendo viva l’attenzione dei ragazzi e delle ragazze che hanno in conclusione preso parte attivamente allo spettacolo con l’esibizione dal vivo degli allievi del coreutico che hanno danzato sul Requiem di Mozart. La manifestazione entra nel vivo con la sua giornata clou che vedrà nel pomeriggio a partire dalle 18 una lunga scia di vernissage. Il più atteso il disvelamento delle opere finaliste selezionate dalla giuria e arrivate da tutto il mondo. Una sessantina fra grafiche, tele, installazioni e caricature che concorrono per i premi della sezione “Premio internazionale città di Tolentino” e “Premio alla caricatura Luigi Mari”. A Palazzo Sangallo di Tolentino l’allestimento delle opere sarà inaugurato alla presenza dei rappresentanti della giuria e della autorità cittadine. A seguire al Politeama apertura anche per la mostra “Mito. Moto. Iconografia del modello americano”. L’esposizione rappresenta una “dote” che arriva dall’edizione di Biumor dello scorso anno quando causa Covid non fu possibile allestire il percorso museografico che racconta attraverso arte, tecnologia e cinema il mito a stelle e strisce. In mostra anche la storica motocicletta Harley-Davidson WLA 750 usata da Alberto Sordi nel film “Un americano a Roma”. Ma è la serata il momento più atteso: dalle 21, sempre al Politeama verranno annunciati i vincitori e declamate le motivazioni della giuria: tre i premi in denaro per primo, secondo e terzo posto per le opere a tema “l’invidia” e un vincitore per la sezione dedicata alla caricatura.  Per l’occasione saranno presenti come ospiti il fumettista marchigiano Maicol&Mirco a dialogo con il filosofo Adriano Ercolani. Ospiti d’onore lo scenografo del film Il giovane favoloso e Qui  rido io Giancarlo Muselli a cui Popsophia assegnerà il premio “Academy”. Un ulteriore premio verrà assegnato per l’opera più votata sul web. Lectio finalis ad un talento nostrano della risata, Piero Massimo Macchini, amico del festival che terrà una “lectio” semiseria sul “marchigiano invidioso”.

Contenuto inserito il 24/11/2021
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità