27ma Biennale: oltre 900 opere da 55 paesi nel mondo. Ercoli: “Nessuno nelle Marche più internazionale di noi”

È’ scaduto il termine massimo per concorrere alla 27° Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’arte di Tolentino.  Oltre 900 le opere sul tema “O combatti, o scappi (oppure ridi)”. 55 i Paesi del mondo rappresentati nella competizione e che hanno risposto al richiamo della Biennale, il che attesta ancora una volta la portata internazionale della manifestazione che ogni anno è più forte e significativa.  Dagli Stati Uniti all’Uzbekistan, dalla Finlandia a Cuba, dalla Russia al Canada; gli artisti hanno aderito alla nuova mission del bando che, in linea con i tempi, ha evidenziato la necessità espressiva dell’arte contemporanea: per la prima volta il direttore artistico Evio Hermas Ercoli ha promosso fortemente la produzione di opere realizzate con tecnica digitale. E così, nel farlo, la Biennale riprende la linea innovativa con cui Luigi Mari nel 1961 l’aveva creata e si configura come narrazione della contemporaneità e dei suoi mezzi espressivi. Sono trecentotrenta le opere realizzate in digitale, più di una ogni tre, di cui  299 attraverso suite grafiche come Photoshop, 23 con rielaborazione digitale, 3 con penna su carta digitalizzata e 5 video. 35 le opere che invece in cui l’artista si è avvalso delle tecniche fotografiche, dal fotomontaggio al fotoritocco. Il direttore artistico Evio Hermas Ercoli ha commentato questi dati sottolineando che “la Biennale ha 52 anni e non li dimostra e cura un ambito della cultura che altrimenti sarebbe trascurato dalla gran parte delle iniziative esistenti”. “Se ce ne fosse ancora bisogno – dichiara Ercoli -, la Biennale di Tolentino ribadisce la sua internazionalità. Non c’è, che io sappia, nessuna manifestazione nelle Marche altrettanto cosmopolita. La Biennale è un’occasione per veicolare l’immagine delle Marche nel mondo e il nuovo metodo di votazione che presenteremo nei prossimi giorni punta proprio a questo. La Biennale si candida ad essere anche una chiave di promozione per tante aziende utilizzeranno il linguaggio universale dell’umorismo per affermarsi nei 55 Paesi partecipanti”.

La prima fase della giuria è rappresentata dalla commissione tecnica che si riunirà domani e avrà il compito di selezionare 70 fra le oltre 900 opere pervenute. (segue comunicato nei prossimi giorni).

Qui di seguito l’elenco dei Paesi di provenienza degli artisti in gara.

Argentina, Armenia, Austria, Belgio, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Bulgaria, Canada, Cile, Cina, Cipro, Colombia, Croazia, Cuba, Equador, Egitto, El Salvador, Estonia, Filippine, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Giordania, Grecia, India, Indonesia, Inghilterra, Iran, Israele, Italia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Moldavia, Montenegro, Olanda, Paesi Bassi, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Spagna, Sri Lanka, Svezia, Svizzera, Turchia, U.S.A., Ucraina, Ungheria, Uruguay, Uzbekistan.

Contenuto inserito il 14/05/2013

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità