Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

La violenza sulle donne è ancora purtroppo una realtà quotidiana e, in tutte le sue forme, si radica e progredisce nella disuguaglianza e nella discriminazione di genere.

Negli ultimi anni a Tolentino, insieme al Vicesindaco Silvia Luconi, all’Assessore Silvia Tatò, all’Assessorato alle Politiche Sociali, a tutta la Commissione Pari Opportunità e in collaborazione con la Consulta delle Donne, si è cercato di sensibilizzare la cittadinanza alla riflessione sulla violenza di genere, utilizzando come strumento il teatro e quindi l’arte e la cultura. Siamo partiti dai giovani delle nostre scuole superiori proprio perché siamo convinti che l’educazione e la riflessione culturale ed educativa siano tra le armi più potenti per sconfiggere la violenza.

Lo abbiamo fatto raccontando in teatro la storia di NORA che ci ha permesso di conoscere come la violenza possa svilupparsi in ambito familiare. In lei ci siamo immedesimate, con lei ci siamo rattristate ed emozionate e per lei, e per tutte le donne come lei, ci siamo adirate e commosse. Lo scorso anno abbiamo presentato in teatro VIRGINIA, opera lirica di Nicola Vaccaj, che racconta la storia di una giovane donna romana vissuta nel V sec. a.C., a dimostrazione che la violenza di genere è una piaga, una violazione dei diritti umani che esiste da sempre e che si fa fatica a debellare.

Quest’anno purtroppo siamo tenuti a rispettare le regole di distanziamento sociale per l’emergenza COVID19 e non ci è stato possibile quindi organizzare eventi ma possiamo promuovere messaggi che siano capaci di tenere accesi i riflettori su un tema purtroppo molto attuale (le cronache ci ricordano infatti che i numeri della violenza, soprattutto in seguito all’emergenza da coronavirus, sono addirittura aumentati proprio perché il numero maggiore di atti di violenza si consuma tra le mura domestiche).

Il nostro essere DONNE ci impone di promuovere attraverso ogni forma, anche solo attraverso un messaggio o un comunicato come questo, il processo di sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Il nostro ruolo di AMMINISTRATRICI (crediamo che il nostro impegno in politica possa anche essere da esempio!) ci chiede di favorire le pari opportunità e l’affermazione di una cultura di pari diritti che sia capace di valorizzare le naturali differenze.

Il nostro ruolo di AMMINISTRATRICI, inoltre, con l’ausilio delle Forze dell’Ordine, delle Istituzioni e di tutte le Associazioni e/o Enti a questo preposti, ci obbliga a sostenere azioni di aiuto alle donne

che subiscono violenza. Ed è a questo proposito che vogliamo ricordare la presenza anche a Tolentino di uno SPORTELLO DI ASCOLTO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE, aperto presso la sede dei servizi sociali in Piazza Martiri di Montalto e che si può contattare al n. 370 148 6051, oppure al n. 0733 901500.

Ci piace concludere con una frase di William Shakespeare, per ricordare a tutte il nostro diritto ad AMARE ED ESSERE AMATE:

“La donna è uscita dalla costola dell’uomo,

non dai piedi perché dovesse essere pestata,

né dalla testa per essere superiore,

ma dal fianco per essere uguale…

un po’ più in basso del braccio per essere protetta

e dal lato del cuore per essere Amata.”

 

 

Monia Prioretti

Consigliere comunale e Presidente Commissione Consiliare Pari opportunità

Contenuto inserito il 25/11/2020

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità