SS. Crocifisso

crocifisso

E’ una tipica Chiesa Cappuccina, ma si segnala per la sobrietà e l’eleganza sia dell’esterno, sia dell’interno.

La chiesa trae le sue origini dalla venuta dei Cappuccini nel territorio Tolentinate. Questi religiosi, venuti a Tolentino intorno al 1539, iniziarono la costruzione nell’anno 1589, quando la Nobile Laura Zampeschi, vedova di Alessandro Parisani donò parte dei suoi orti per la costruzione della Chiesa che fu consacrata nel 1596.

Solo nel 1926 fu intitolata come nuova Parrocchia al SS. Crocifisso.

All’interno, lo stile è quello tipico Cappuccino delle origini, con un’unica navata con tre cappelle ed altari da un lato. L’elemento più interessante è costituito dall’altare maggiore in legno intagliato che unitamente al Tabernacolo, è opera di due Cappuccini (1689).

Tra le opere più significative si può ammirare una interessante tela di ambito fiammingo del sec. XVI, “Cristo nell’orto”.

La pala dell’altare rappresenta “La Madonna con il Bambino”. Quest’opera, considerate le condizioni, ha incerte attribuzioni. In una lettera inviata ai Priori di Tolentino nel 1604 da Lancillotto Mauruzi, veniva raccomandato il famoso pittore Michelangelo Merisi da Caravaggio, ospite della città di Tolentino.

Per questo motivo l’opera è stata anche attribuita all’illustre pittore.

Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password