Comunicati Stampa

TORNA LUDICA MARCHE AL CASTELLO DELLA RANCIA. Gioco, wargame e storia per la nuova edizione della manifestazione

Tutto pronto al Castello della Rancia per la fiera Ludica Marche, i prossimi 19 e 20 maggio, organizzata dall’Associazione Storico Modellistica di Civitanova Marche (ASM). Due giorni dedicati al modellismo storico e fantastico, ai giochi per famiglie e al wargame con tornei e manifestazioni e la partecipazione di tante compagnie di rievocazione del territorio.

Il Castello della Rancia sarà quindi per due giorni al centro di un viaggio indietro nella Storia grazie alle numerose iniziative messe in atto dalle compagnie di rievocazione che animeranno l’evento, e il fulcro di attività ludiche che con tornei e sessioni di gioco libero attireranno appassionati da tutta Italia. L’evento sarà aperto al pubblico dalle ore 10 alle ore 19.

In concomitanza con Ludica Marche sarà allestita la mostra: “Nel cratere del mondo. 1915-1918.Tolentino e la Grande Guerra” con immagini e documenti d’archivio riguardanti la partecipazione di Tolentino alla Grande Guerra, mette intenzionalmente a confronto  due circostanze storiche distanti un secolo eppure per certi aspetti simili. Nella ricorrenza del Centenario dalla conclusione della  Prima guerra mondiale, si  è voluto ricordare il contributo della città al conflitto. Esso fu particolarmente consistente, in risorse umane ed economiche, sul fronte interno come sui vari fronti di guerra. Quanto esposto ne conferma, sia pure sommariamente, il ruolo di autentica protagonista in una vicenda di grande rilevanza storica. Hanno curato la mostra: Enzo Calcaterra, studioso di storia Contemporanea, che ha pubblicato articoli e saggi sull’argomento e Laura Mocchegiani, Direttrice dell’Archivio Storico di Tolentino e della Biblioteca Comunale “F.Filelfo”.

Scrivono i due curatori Laura Mocchegiani e Enzo Calcaterra “Un secolo fa anche Tolentino sprofondò in un cratere più vasto e non meno terribile di quello in cui si dibatte da ormai due anni. Con la differenza che l’attuale è opera della Natura, compreso in un’area relativamente limitata. L’altro, che passò alla Storia come Grande Guerra, si estese invece in gran parte del mondo e fu preparato dagli uomini. Ne furono travolti a milioni: soldati, civili, uomini, donne, giovani e vecchi, bambini. Di ogni età, condizione sociale, appartenenza culturale, politica o religiosa. Quegli anni avrebbero lasciato il segno fino al nostro secolo. Questa esposizione – concentrata sull’essenziale – apre una serie di iniziative che nel corso di quest’anno saranno dedicate alla commemorazione del Centenario dalla conclusione della Grande Guerra, avvenuta per l’appunto nel 1918.  L’intento è soprattutto ricordare e far ricordare la partecipazione della nostra città ad un conflitto di portata internazionale, in cui essa mise a disposizione tutte le sue risorse umane,  morali, economiche, sia sui diversi fronti di guerra, sia nella società civile, che vi fu totalmente coinvolta. In quattro quadri vengono riassunte alcune delle tappe fondamentali che caratterizzarono l’esperienza tolentinate dall’entrata in guerra fino alla sua conclusione vittoriosa. Due le principali finalità che ci siamo proposti nel presentare alcuni dei numerosi documenti di archivio. Innanzitutto,  stimolare il visitatore ad ulteriori approfondimenti per meglio coltivare la memoria di eventi lontani eppure assai più vicini di quanto non si creda. In secondo luogo, sottolineare l’importanza dell’Archivio Storico cittadino, in cui sono conservate testimonianze preziose. Esse costituiscono un patrimonio unico e insostituibile da curare, salvaguardare, valorizzare”.

Informazioni

Data di pubblicazione18/05/2018
AutoreUfficio Stampa
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di Tolentino
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata