Tante iniziative didattiche dell’Istituto Comprensivo Don Bosco

Nei giorni scorsi le classi 1A, 1B, 1C e 1D hanno partecipato al progetto di educazione stradale con la presenza degli agenti della Polizia Locale di Tolentino.

I Vigili hanno mostrato un Power Point con il quale hanno spiegato accuratamente i segnali stradali, le regole da rispettare sulla strada e l’importanza di indossare il casco protettivo.

Gli incontri sono stati due: il primo è servito per insegnare la teoria riguardo alla strada, mentre con il secondo i bambini hanno messo in pratica le informazioni fornite portando a scuola le proprie bici.

La nostra classe, la 1C, alle ore 10:20, dopo la ricreazione, è stata accompagnata in cortile, dove noi ragazzi, muniti di caschetto protettivo siamo montati in sella alle nostre bici.

I ragazzi, muniti di caschetto e in sella alle bici sono sati entusiasti fare gli esercizi richiesti dall’Agente di Polizia Locale, imparando a derapare sull’erba, a frenare con il freno posteriore della bici sul breccino e passare sotto un’asta a mo’ di ponte, oltre a fare lo slalom tra gli alberi o tra i “cinesini”.

Le classi si sono divertite nello svolgere le attività riguardanti il progetto di educazione stradale, tanto che per tutti i bambini “È stata un’esperienza fantastica!!!”

 

Nell’ambito del progetto “Legalità” i bambini delle sezioni A e B della Scuola dell’Infanzia Bezzi, hanno effettuato un’uscita didattica presso la stazione dei Carabinieri di Tolentino.

Dopo una calorosa accoglienza nel bell’atrio della caserma, i bambini hanno visitato i vari locali della caserma, hanno visto da vicino un’auto dei Carabinieri e attraverso la radio, si sono messi in contatto con la volante che era di servizio. Pieni di entusiasmo per l’esperienza vissuta, i bambini hanno fatto ritorno a scuola sapendo che potranno contare sull’aiuto dei loro amici Carabinieri.

 

In questi giorni, gli alunni di alcune classi della scuola Primaria Grandi e Bezzi sono stati coinvolti in attività di Primo Soccorso. L’iniziativa è nata dall’idea della disponibilità di una mamma che ha voluto dedicare parte del suo tempo libero per sensibilizzare e insegnare, in modo giocoso, concreto e utile, come chiedere aiuto in caso di emergenza e come evitare alcune situazioni di pericolo. I bambini hanno collaborato e partecipato in modo attivo alle varie situazioni che venivano proposte. Si sono calati nella parte con serietà e interesse, dimostrando curiosità e responsabilità anche nelle domande che ponevano.

 

Nei giorni scorsi, alla Scuola Secondaria di I grado “Dante Alighieri” e alla Scuola Primaria “Don Bosco” c’è stato un incontro particolare e straordinario, perché si è avuto l’onore di avere la presenza di Mayahuel, un discendente del popolo azteco che ha raccontato del suo popolo, del rapporto con la natura e, al suono di un meraviglioso tamburo intarsiato, ha eseguito danze tipiche. Infine, ha invitato gli alunni ad unirsi a lui nella danza. All’inizio solo i più “coraggiosi”, ma dopo pochi istanti, tutti lo hanno raggiunto e accompagnato nel ballo.

Contenuto inserito il 12/04/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità