Presentato il progetto per l’area Green

Il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, insieme al Presidente del Consiglio comunale Mauro Sclavi, al Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica Emanuele Della Ceca, all’Assessore al Bilancio e Patrimonio Silvia Luconi – presenti anche gli altri Assessori  e diversi Consiglieri comunali – e al responsabile dell’Ufficio Urbanistica e progettista Antonio Migliorsi ha illustrato, nel corso di un incontro pubblico, l’idea progettuale, elaborata dall’Amministrazione comunale e dai propri tecnici, per la riqualificazione dell’area circostante l’Asilo Nido “N. Green”. L’ipotesi del Sindaco e della Giunta è quella di indire un bando che prevede la cessione dell’edificio che attualmente ospita l’asilo e dell’area circostante in cambio della realizzazione di un nuovo stabile, più grande dell’attuale, da realizzare a fianco della scuola “King” e la sistemazione degli spazi verdi vicini, compresi il campo di calcio e l’area di sgambamento per cani già esistenti.

L’intento dell’Amministrazione comunale, infatti, è quello di realizzare un nuovo asilo d’infanzia e la riqualificazione della zona retrostante piazza La Malfa da sistemare a verde attrezzato, attraverso l’alienazione dell’area e dell’edificio esistenti. L’area da alienare ha un’estensione complessiva di circa 3500 mq di cui solo 1500 potranno essere destinati a superficie di vendita e l’altezza dell’edificio interessato non potrà superare i sei metri lineari. Il progetto redatto si basa sull’esigenza dell’Amministrazione comunale di dotare la cittadinanza di una struttura efficiente, moderna e capace di dare adeguate risposte nell’ottica di migliorare il servizio già erogato, rispondendo anche ai bisogni crescenti della popolazione che in quell’area (Oasi e dintorni) prevede nuove insediamenti per circa 5000 unità. La nuova scuola potrà ospitare circa 60 bambini di cui 20 lattanti nel rispetto della normativa regionale. Particolare attenzione è stata posta alla dotazione e all’efficienza energetica, che consentono all’edificio di essere energeticamente autonomo. Le tecnologie costruttive, gli impianti, ed i materiali da utilizzare (riscaldamento a pavimento, raffrescamento, pareti ventilate, adeguati ombreggiamento e in insolazione delle superficie trasparenti a seconda delle stagioni, ampi spazi per lo svago sia esterni che interni) rendono l’edificio ecosostenibile, garantendo confort e un ambiente salubre.

Inoltre il progetto prevede anche la sistemazione a verde attrezzato dell’area retrostante piazza Ugo La Malfa e adiacente al Parco Pace. L’intervento è finalizzato al recupero ambientale dell’area e alla sua fruizione, permettendo una riqualificazione di tutta l’area per circa un ettaro di verde con benefici indotti sugli edifici circostanti in termini di vivibilità ed autonomia funzionale. Verranno realizzati percorsi pedonali e aree di sosta attrezzate, verranno inseriti elementi di arredo, verranno effettuate nuove e abbondanti piantumazioni, verrà istallata una nuova illuminazione, verrà realizzato un campetto di calcio o calcetto con adeguata recinzione e fondo specifico e verrà sistemato lo spazio interno all’area di sgambamento cani.

Per questi interventi si prevede una spesa di poco superiore al milione e settecento mila euro che saranno finanziati con la vendita dello stabile che attualmente ospita l’asilo nido comunale e della porzione di area circostante.  In base ai valori di mercato si ipotizza di incassare oltre 2 milioni di euro con un avanzo, a favore della collettività, di oltre 300 mila euro che resterebbero a disposizione per eventuali altre opere. Infatti, come specificato nel progetto, in sede di bando di gara dovrà essere inserita la clausola che la procedura di appalto si intenderà deserta qualora la ditta aggiudicataria, oltre alla realizzazione delle opere previste, non corrisponda al Comune, nelle modalità stabilite dal contratto, almeno la somma di 305 mila euro a completa copertura del valore degli immobili e dell’area da alienare, da destinare alla costruzione del nuovo ponte di attraversamento del fiume Chienti.

All’incontro hanno partecipato circa cento persone, tra cui molti Consiglieri comunali, rappresentanti politici del passato e molti cosiddetti “addetti ai lavori”, oltre ai componenti del Comitato cittadino “Salviamo il Green”. Ne è scaturito un dibattito molto interessante e il Sindaco Pezzanesi ha risposto con precisione ad ogni questione sollevata, ribadendo la bontà del progetto che consentirebbe alla città di avere un nuovo asilo, moderno e rispondente alle necessità delle famiglie e ai bisogni educativi dei bambini, realizzato mediante finanziamenti privati ottenuti con l’alienazione della vecchia struttura. Il nuovo asilo sarà inserito in un complesso scolastico già esistente e funzionale, consentendo anche economie gestionali. Non meno importante il fatto che da tutta l’operazione si potranno avere anche ulteriori fondi da destinare per la realizzazione di altre opere pubbliche. In un momento particolarmente difficile per le finanze comunali – ha detto Pezzanesi – questo è un progetto che ci può consentire di riqualificare un intero quartiere e di avere una nuova scuola, altamente tecnologica e autosufficiente a livello energetico. Per quanto concerne il traffico, l’area è dotata di una piazza adeguata e altri parcheggi verranno attrezzati dagli aggiudicatari del bando che potranno essere realizzati sia nei sotterranei o sul tetto e nell’area circostante. Tutta la zona è a senso unico e quindi la viabilità risulta scorrevole. Le sterili polemiche e le critiche fini a se stesse le lasciamo ad una politica che non ci appartiene e come sempre accade in queste circostanze, saranno gli elettori alla scadenza del nostro mandato a giudicare attraverso il loro consenso se il nostro lavoro è stato nel suo complesso proficuo e gradito oppure no.

Contenuto inserito il 31/12/2014

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità