Comunicati Stampa

Decoro urbano

Nella città di Tolentino, anche in conseguenza del sisma che ha causato l’inagibilità di numerosi immobili e che sta mettendo a dura prova l’economia, le attività commerciali hanno un ricambio molto più veloce che in passato.

Si fanno più frequenti, quindi, i periodi in cui immobili destinati al commercio non sono occupati, le vetrine rimangono perciò per più tempo vuote, e da esse spesso si possono vedere gli interni dei negozi.

Purtroppo sia gli interni che le vetrine, in tali periodi, nella maggior parte delle volte non sono adeguatamente mantenuti e contribuiscono a creare impressione di incuria in un contesto invece che necessiterebbe di maggiore attenzione, proprio in un periodo di particolare difficoltà.

Anche le saracinesche e i portoni di pertinenza di civili abitazioni, momentaneamente o stabilmente non utilizzati, a volte non vengono mantenuti in modo adeguato e anch’essi possono contribuire a diminuire il valore complessivo dell’ambiente del centro urbano che invece, di per sè, sarebbe assai elevato.

Vale la pena ricordare che il regolamento edilizio comunale stabilisce che “le costruzioni di qualsiasi tipo, pubbliche o private, e le aree di pertinenza devono essere progettate e mantenute in ordine ed in buono stato di conservazione in ogni loro parte, […] in modo da assicurare e sviluppare il rispetto dei valori estetici e ambientali” e che “i proprietari hanno l’obbligo di mantenere gli edifici, sia nel loro insieme che in ogni parte, in buone condizioni di efficienza, stabilità e decoro e dovranno tempestivamente provvedere al normale mantenimento ogni volta che se ne manifesti la necessità” e inoltre che “i proprietari, infine, sono obbligati a togliere tempestivamente qualunque scritta o imbrattamento, arbitrariamente eseguiti anche da terzi, atti a deturpare il decoro urbano”.

Pertanto con una ordinanza è stato disposto che i proprietari di immobili ricompresi nell’ambito del centro urbano che abbiano vetrine di esercizi commerciali non utilizzate, di:

– provvedere alla loro periodica pulizia,

– provvedere alla loro periodica manutenzione,

– far in modo che, dall’esterno, non sia possibile vedere l’interno del locale, oscurando la luce della vetrina o della porta di ingresso con materiale tipo carta, stoffa e simili di colore neutro, senza scritte, salvo cartelli con indicazione “affittasi” o “vendesi” contenenti recapiti,

– mantenere il materiale sopra indicato in buono stato di conservazione e sostituirlo dove non adempia più al suo fine o non sia più decoroso,

– provvedere tempestivamente alla loro pulizia e manutenzione straordinaria nel caso in cui si verifichino eventi che lo richiedano,

– provvedere a togliere tempestivamente qualunque scritta o imbrattamento, arbitrariamente eseguiti anche da terzi, atti a deturpare il decoro urbano.

 

Inoltre i proprietari di immobili ricompresi nell’ambito del centro urbano che abbiano vetrine, saracinesche o portoni prospicienti le pubbliche aree di circolazione, debbono:

– provvedere alla loro periodica pulizia,

– provvedere alla loro periodica manutenzione,

– provvedere tempestivamente alla loro pulizia e manutenzione straordinaria nel caso in cui si verifichino eventi che lo richiedano,

– provvedere a togliere tempestivamente qualunque scritta o imbrattamento, arbitrariamente eseguiti anche da terzi, atti a deturpare il decoro urbano.

 

In caso di violazione alle disposizioni sopra indicate del regolamento comunale verranno applicate le sanzioni amministrative per violazioni a regolamenti e ordinanze, comprese tra i 100,00 e i 500,00 euro.

Informazioni

Data di pubblicazione11/10/2018
AutoreUfficio Stampa
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di Tolentino
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata