Comunicati Stampa

Adesione al programma Marca Maceratese

Il Sistema Produttivo Culturale e Creativo ricopre una particolare importanza nel quadro delle politiche di sviluppo e, come dimostrano gli studi di settore, ha valenza strategica sia per la costruzione di un sistema capace di rafforzare la competitività e la capacità attrattiva dell’economia locale, sia per la crescita del welfare socio – culturale che migliora la qualità della vita in contesti territoriali a sviluppo sostenibile.

Del resto la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico rappresenta un obiettivo prioritario dello sviluppo del territorio a base culturale, attraverso strategie di marketing turistico e marketing territoriale che favoriscono il potenziamento dell’organizzazione delle strutture e dei servizi di informazione e accoglienza dei flussi turistici.

L’attivazione di forti sinergie tra il sistema delle autonomie locali e funzionali rappresenta una delle condizioni di successo delle politiche territoriali di sviluppo per la crescita del sistema delle imprese, in particolare piccole e medie, che costituiscono l’ossatura del sistema economico del territorio.

Il grave sisma che ha colpito il Centro Italia nel 2016 ha provocato una crisi con conseguenze devastanti in termini di danni al patrimonio e danni all’economia culturale e turistica – fin da subito i Comuni hanno avviato pratiche di confronto e di partecipazione per l’individuazione di idee per il rilancio del territorio sintetizzate nel MaMa – Manifesto della Marca Maceratese per ripartire dal patrimonio culturale, documento presentato il 30 novembre 2016.

La Marca Maceratese comprende i Comuni e gli Enti del territorio il cui capoluogo è la città di Macerata e indica un ambito in dialogo con i territori e le città vicine, affini per storia, tradizione, cultura, paesaggio, progettualità.

Considerato, quind,i opportuno ed urgente procedere con la formalizzazione di una rete territoriale finalizzata alla condivisione dei seguenti obiettivi: definire un piano strategico per la promozione integrata del territorio maceratese attraverso il coordinamento della programmazione e delle azioni per la valorizzazione del settore turistico, tenuto conto degli indirizzi strategici nazionali e regionali; rivitalizzare il tessuto economico e sociale favorendo le occasioni di aggregazione nei luoghi e nei centri urbani del territorio, rilanciando l’attrattività del territorio anche mediante le iniziative culturali che storicamente manifestano la creatività e la capacità di impresa delle comunità locali e che hanno dimostrato di avere ricadute socio economiche sul territorio in termini di promozione turistica e di connessione con il patrimonio culturale anche attraverso progetti innovativi con le scuole e le università per il coinvolgimento delle nuove generazioni; promuovere politiche di sviluppo del turismo sostenibile e responsabile che promuova una positiva reciprocità tra comunità locali, industria del turismo e viaggiatori, attraverso la valorizzazione dei paesaggi, delle relazioni, delle tipicità, delle culture, dell’enogastronomia, dei cammini, degli itinerari ciclopedonali; coordinare le attività di promozione del territorio provinciale e quelle di marketing territoriale e marketing turistico, in base alle modalità indicate e secondo quanto verrà specificatamente dettagliato con riguardo alle attività, alle forme di collaborazione, di consultazione e di assunzione di obblighi reciproci, ferme restando le autonomie delle singole amministrazioni firmatarie; favorire e promuovere la formazione di un Distretto Turistico della Marca per la riqualificazione ed il rilancio “…dell’offerta turistica a livello nazionale e internazionale, allo scopo di accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori del Distretto, di migliorare l’efficienza nell’organizzazione e nella produzione dei servizi, di assicurare garanzie e certezze giuridiche alle imprese che vi operano con particolare riferimento alle opportunità di investimento, di accesso al credito, di semplificazione e celerità nei rapporti con le pubbliche amministrazioni…”.

Questi obiettivi possono essere realizzati mediante interventi congiunti e condivisi per la valorizzazione delle risorse locali (con particolare attenzione alle differenti specificità territoriali), sia con finalità promozionali che di accoglienza, anche mediante il sostegno di attività e processi di interazione utili alla qualificazione dell’offerta turistica integrata. Del resto la stessa programmazione regionale di settore individua differenti cluster tematici caratterizzati dall’autenticità di un’esperienza turistica che si esprime “…nel desiderio di forme di vacanza che permettano di incontrare l’identità dei luoghi, di conoscerne la storia, le tradizioni, l’arte alla ricerca dell’atmosfera più che di un elemento specifico. Dunque non solo ricerca di opere d’arte e architettoniche, ma anche tradizioni, gastronomia, artigianato e quell’insieme di elementi socio-culturali da parte del turista che ha in testa una nuova idea di idea di viaggio dove sono cambiati i modelli di consumo del turismo che vedono un consumatore “attivo”, digitale, web-oriented, autonomo nella scelta della destinazione e nella costruzione del percorso di esplorazione cosmopolita, ma al contempo fortemente attento alla dimensione locali, alla ricerca della tradizione, che non escluda innovazione. Per venire incontro a queste mutate esigenze la Regione Marche si presenta al mercato con proposte turistiche attraverso i Cluster tematici individuati…”; Diversi Comuni dell’ambito provinciale – coinvolti in sede di consultazione/concertazione – hanno condiviso in tal senso le analisi, le valutazioni e le proposte organizzative finalizzate alla complessiva riqualificazione comprensoriale, riconoscendo al Comune di Macerata (in quanto baricentrico rispetto all’area territoriale coinvolta) il ruolo di coordinamento generale delle attività amministrative, finanziarie e gestionali connesse all’attuazione delle iniziative congiuntamente poste in essere dall’aggregato in argomento. Ciascun Comune coinvolto si riserva, in sede attuativa e con specifici atti, la facoltà di definire la qualità e la quantità della partecipazione assicurata in riferimento alle singole iniziative che verranno di concerto avviate.

Pertanto l’Amministrazione comunale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione della “Rete per la promozione e lo sviluppo culturale e turistico della marca maceratese” e ha riconosciuto al Comune di Macerata il ruolo di coordinamento generale delle attività amministrative, finanziarie e gestionali connesse all’attuazione delle iniziative congiuntamente poste in essere dall’aggregato, dando atto che ciascun Comune coinvolto si riserva, in sede attuativa e con specifici atti, la facoltà di definire la qualità e la quantità della partecipazione assicurata in riferimento alle singole iniziative di concerto avviate.

Informazioni

Data di pubblicazione06/12/2017
AutoreUfficio Stampa
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di Tolentino
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata